Le cause della Guerra Civile Spagnola e la narrazione neoliberista

Nel luglio del 1936 in Spagna scoppiava la Guerra Civile e a proposito di questa pagina storica mi è capitato di leggere recentemente “La grande paura del 1936” di Gabriele Ranzato, un saggio che propone una dettagliata analisi dei procedimenti che portarono al conflitto. Una narrazione storica scrupolosa, ma con un punto di vista che per tutta la durata del libro si pone come incontestabile, a tal punto che non vuole essere “opinione”, ma piuttosto unica lettura autentica della realtà. Questo è il ragionamento che sta alla base dell’equazione neoliberista: per il neoliberismo tutto è ideologico tranne il neoliberismo stesso. E a lettura terminata la mia riflessione è sorta spontanea: d’accordo, io sarò “di parte”, ma la mia parte è più “di parte” di altre o semplicemente non ci è permesso, oggi, poter leggere il mondo fuori dal terreno neoliberista?

Leggi il seguito

ESCLUSIVA ATLAS: Intervista al Professor Sławomir Józefowicz: “La democrazia liberale polacca sta diventando meno liberale” // Interview to Professor Sławomir Józefowicz: “Polish liberal democracy is becoming less liberal”

ATLAS – Il Blog di Vita Activa ha incontrato a Varsavia il Professor Sławomir Józefowicz, scienziato politico dell’Università di Varsavia. Tra i temi toccati nell’intervista, le peculiarità dell’attuale ondata populista, il futuro delle forze di sinistra, la delicata situazione politica polacca e le relazioni fra Polonia e Unione Europea.

Leggi il seguito

Quando uno vale zero. Bufale, istruzioni per l’uso

Le storie di Alfredo Mascheroni, di Lucia Boldrini e di tanti altri, le bufale sugli immigrati, sui vaccini, le cospirazioni sono attraversate da uno stesso filo rosso. Ciò che è virale diventa vero. Perché sul web la verità e la bugia, la realtà e le bufale hanno la stessa dignità. Chiamatela pure democrazia; chiamatelo pure uno vale uno. Ma quando si finisce nel vortice tempestoso e travolgente della calunnia, uno, la vittima, vale sempre zero.

Leggi il seguito

Un mosaico di etnie

6 repubbliche (Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Serbia e Montenegro) e 2 province autonome (quelle della Vojvodina e, dal 1973, del Kosovo), 3 religioni (Islam, cattolica e ortodossa), 4 lingue (il serbo-croato, lo sloveno, il macedone e l’albanese) e 2 alfabeti (il latino e il cirillico).

Questi e molti altri –a partire dalle differenziazioni economiche e sociali- sono gli elementi che convivevano, si sovrapponevano ed intrecciavano all’interno di quel mosaico che era lo Stato Federale Jugoslavo (1945-1991).

Leggi il seguito

L’Europa della solidarietà: nuovi aiuti alle regioni terremotate // Solidarity in Europe: new aids to central Italy

[English below] La Commissione Europea ha proposto di stanziare nuovi aiuti, senza precedenti, a supporto delle aree terremotate dell’Italia centrale. Ecco cosa si è deciso. // The European Commission proposed new aids to support the areas hit by the earthquakes in central Italy. What Brussels decided.

Leggi il seguito

Così Atlas sfida il Ministero della Verità

La tecnologia e il pressapochismo hanno condotto ad un fenomeno simile concettualmente a quello che George Orwell chiamava il Ministero della Verità: le fake news. Tempi ridotti al minimo, notizie im-mediate, sensazionalismo sono gli ingredienti di questa ricetta esplosiva. La soluzione? Informarsi sui blog indipendenti, come Atlas.

Leggi il seguito

Jazz e politica in Italia, una storia di contestazioni e conformismo

Disprezzato, bandito, utilizzato come arma diplomatica, fenomeno elitario e di protesta e infine cooptato (per fortuna senza troppo successo) nel discorso politico mainstream, il jazz italiano ha accompagnato con le sue note molta della storia contemporanea italiana.

Leggi il seguito