Un vento di guerra soffia da est

I risvolti e le sfaccettature di una temibile vicenda che minaccia la pace e la sicurezza internazionale. Due leader che scivolano (troppo) spesso in un linguaggio da rissa che non solo getta benzina sul fuoco, ma denota quanto sia sempre più tristemente lontana la concretizzazione di una delle frasi più celebri e più utopiche delle Nazioni Unite: May Peace Prevail on Earth.

Leggi il seguito

News value: valore o limite dell’informazione?

Ciò che leggiamo, le notizie che ci troviamo a commentare, allora altro non sono che ricerca e selezione di soggetti terzi che decidono cosa sia più o meno importante, talvolta cavalcando la cresta dell’onda creata da una notizia con più scalpore.
Alla luce di questo, i news value sono valori o limiti?

Leggi il seguito

Perché non dovremmo aver paura degli attentati terroristici

Ad una delle mie migliori amiche, Emanuela, è stato proposto all’improvviso un viaggio a Parigi: 4 giorni nella città dell’amore di cui uno a Disneyland, tutto prenotato, eppure quasi non voleva andarci per via degli attentati degli ultimi anni.
In questo articolo vi racconto un po’ di lei e vi spiego perché, secondo me, non dovremmo avere paura del terrorismo.

Leggi il seguito

Il deserto dei Tartari (ovvero il deserto del Tempo)

“Il fatto è questo, io mi trovo vittima di un crudele equivoco. Sono un pittore il quale, per hobby, durante un periodo purtroppo alquanto prolungato, ha fatto anche lo scrittore e il giornalista. Il mondo invece crede che sia viceversa, le mie pitture quindi non le può prendere sul serio. La pittura per me non è un hobby, ma il mestiere; hobby per me è scrivere. Ma dipingere e scrivere per me sono in fondo la stessa cosa. Che dipinga o scriva, io perseguo il medesimo scopo, che è quello di raccontare delle storie”

Leggi il seguito

Fermare il flusso, costi quel che costi

I leader dei principali paesi europei sembrano aver trovato un punto d’incontro sul quale costruire le future politiche relative al fenomeno dell’immigrazione: la divisione netta dei migranti in “rifugiati”, coloro che hanno il diritto di essere accolti, e in “migranti economici”, che devono essere rimpatriati. Un punto che sembra metter d’accordo un po’ tutti, come abbiamo potuto ascoltare dalle dichiarazioni rilasciate al vertice di Parigi sull’immigrazione di fine agosto.

Leggi il seguito

Manuale di sopravvivenza per la fine dell’estate.

L’estate è finita. Il tempo del mare si è concluso, e con lui, sono finite anche le vacanze spensierate tanto belle, che valeva la pena condividerne ogni attimo su Instagram.  Che noi ce ne siamo fatti una ragione o meno, la “bella stagione” è over anche quest’anno. La fine dell’estate è un trauma che ognuno deve imparare ad elaborare. E in questo caso, pare che il detto “mal comune mezzo gaudio” non valga proprio. Eh già, da gioire nella fine dell’estate non c’è proprio nulla. Ma poi, ne siamo proprio sicuri?

Leggi il seguito

“La vita agra”: il romanzo anarchico del boom economico

Il romanzo di successo dello scrittore toscano Luciano Bianciardi è un gran rifiuto dello sviluppo, del meccanismo della selezione, del posto di lavoro alienante. Prima ribelle, poi piccolo-borghese per sopravvivenza, non riesce a distruggere l’oppressione dell’esistenza dove prima degli individui conta la condizione economica. Anche l’intellettuale è costretto a omologarsi.

Leggi il seguito

Caraibi, Cuba e Stati Uniti: un bilancio dell’uragano Irma

Da qualche settimana ormai si sta assistendo ad un fenomeno, definito quasi di fantascienza, che nel giro di poco tempo ha devastato i Caraibi e parte della Florida, distruggendo città, spazzando via ogni cosa lungo il proprio cammino e soprattutto portando via con sé circa 70 vite umane. Parliamo dell’uragano Irma. Chi è Irma, dove si è sviluppato e qual è il bilancio dopo il suo passaggio?

Leggi il seguito