Leader del partito e partito del leader, da Mussolini a Salvini

Le elezioni del 4 marzo si prospettano un vero e proprio trionfo della vanità dei leader politici e del loro ego. Ma come è evoluta la figura della leadership in Italia nell’ultimo secolo? Da Mussolini a Salvini, proviamo a fare il punto della situazione.

Leggi il seguito

La canzone di Marinelli: “Principe libero”

Il film biografico in due episodi sulla vita di Fabrizio De André contiene i momenti più importanti dei quarant’anni dell’artista, riportato sul grande schermo dal coraggioso Luca Marinelli che, senza pretesa di imitazione, ha ricostruito un personaggio tanto caro al nostro paese.

Leggi il seguito

Comunicare in politica. Parole e trucchi base

Le scienze cognitive e linguistiche applicate alla politica contemporanea hanno creato una miscela esplosiva: la comunicazione politica.
Dalle teorie scientifiche alla loro reale applicazione nel mondo moderno, andiamo alla scoperta del linguaggio dei nostri politici che spesso hanno la possibilità attraverso le loro parole di orientare le nostre scelte in un senso o nell’altro.

Leggi il seguito

Liliana Segre, Auschwitz con gli occhi di una bambina

Liliana è solo una bambina quando il padre le dice che non sarebbe più potuta tornare a scuola. E’ il 1938 e per gli ebrei come lei, la scuola è finita. A 13 anni viene deportata. La vita le strappa via l’innocente velo dell’infanzia e la catapulta nel mondo ingiusto e crudele del campo di concentramento. Grazie ai suoi occhi e alla sua voce, riviviamo con Liliana il dramma di Auschwitz.

Leggi il seguito

Atlas consiglia: Il capitale umano

Il capolavoro di Paolo Virzì “Il capitale umano” indaga i rancori e l’ipocrisia dell’alta borghesia italiana di fronte all’avanzata della crisi economica, in un’atmosfera tetra e angosciante, che non disdegna sequenze creepy o noir.

Leggi il seguito

La rivoluzione che divenne islamica

Il jumbo noleggiato all’Air France che nel 1979 riportò a casa l’imam era un’arca di Noè che ospitava politici di ogni stampo provvisti di idee esplosive e di brucianti ambizioni. Due anni dopo lo storico viaggio, l’imam li aveva annientati tutti quanti: chi davanti al plotone di esecuzione, chi in galera e chi in esilio. Così Khomeini è riuscito a monopolizzare il rpocesso rivoluzionario iraniano

Leggi il seguito