Atlas Consiglia: Bird Box

Sandra Bullock è Malorie Hayes in “Bird Box, uno degli ultimi film arrivato nelle sale italiane nel 2018.  Diretto da Susanne Bier, è un dramma-horror ambientato in un futuro post-apocalittico, dove la parola d’ordine è solo una: sopravvivenza.

Qualcosa di inspiegabile ha creato il caos in tutto il mondo; le persone sembrano come impazzite ed iniziano ad uccidere e a suicidarsi. Questa inspiegabile follia è trasmessa attraverso lo sguardo, motivo per cui la protagonista all’inizio del film ha una benda sugli occhi, così come i due bambini che sono con lei.Ci sono vari flash back che rendono sicuramente il tutto molto più interessante e che spiegano come Malorie si sia ritrovata su una barca in compagnia di due bambini. Si scopre così che, quando è scoppiato il caos, lei era incinta ed è stata una delle poche “sopravvissute” insieme ad un gruppo di altre poche persone che faranno di tutto per non morire. Molte sono quindi le domande che si alternano nella mente dello spettatore nelle due intense ore di film. Perché è rimasta lei da sola con due bambini? Come è arrivata su quella barca? Chi sopravviverà? Chi verrà contagiato?

Una notevole suspense insieme a molta tensione caratterizzano l’andamento della storia, dove si alternano scene imprevedibili a momenti più scontati. Trama sicuramente interessante, soprattutto la presenza di due bambini che in film di questo genere sono sempre figure molto ambigue e interessanti, peccato si capisca abbastanza presto chi siano e perché siano con la protagonista. Bird Box potrebbe degnamente soddisfare gli appassionati del genere ma anche i più restii, che non apprezzano molto l’horror.

Il finale poteva essere gestito meglio, renderlo meno banale e far in modo che desse risposta agli interrogativi più svariati per risolverne almeno in parte qualcuno. Comunque, è una storia che si segue con piacere, spinti dalla curiosità di capire come abbiano fatto a resistere così tanto in una situazione estrema.

Non sempre si riesce a scindere la realtà dalla finzione e tocca fare una piccola, triste parentesi sull’attualità. Prendendo spunto dal film, è nata la “Bird Box Challenge”, un gioco-sfida dove ci si sfida a fare svariate cose totalmente bendati.  Ultimo caso è stato quello di un ragazzo che ha causato un incidente perché guidava con una benda sugli occhi. Netflix a tal proposito ha lanciato un appello invitando gli utenti a non farsi coinvolgere da giochi così ridicoli che non hanno alcun fine se non quello di mettere in pericolo la propria vita. Triste parentesi di una società che si ritrova a dover fare i conti con coloro che non riescono a capire quando e dove fermarsi e che utilizzano in modo improprio i social.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *