Atlas consiglia: Cherofobia

“E cerco ogni forma di dolore
Mischiata al sangue col sudore
E sento il respiro che manca
E sento l’ansia che avanza
Fatemi uscire da questa benedetta stanza!”

La paura di essere felici

Diciassette anni, una bellissima voce ma soprattutto tanto da dire: così si è presentata al pubblico Martina Attili, che con la sua Cherofobia ha contribuito ad arricchire il vocabolario di milioni di italiani. Cherofobia, la paura di essere felici. La delicatezza con la quale Martina canta di un aspetto così oscuro della sua vita è disarmante, ma più di tutti colpisce il fatto che questa canzone l’abbia scritta due anni fa, quando ne aveva quindici. Si può avere paura di essere felici a quindici anni?

A giudicare dal consenso che Cherofobia ha avuto tra il pubblico, sì. Questo apre a numerosi altri interrogativi, ma soprattutto spinge a riflettere sul modo in cui siamo cresciuti e cresciamo: ansia, depressione e paura di essere felici accompagnano sempre più giovani sin dall’adolescenza, la tecnologia ci unisce sempre di più ma allo stesso tempo ci aliena, sempre più spesso sperimentiamo la voglia di “restare qui, a guardare un film”.

È sempre colpa dei “giovani d’oggi”?

Oppure la canzone di Martina non rappresenta un vero e proprio cambiamento del modo di vivere l’adolescenza, ma è il grido coraggioso di chi smette di fingere di stare bene, rappresentando il malessere di non solo questa generazione ma di tutte quelle passate, di tutti quelli che hanno passato momenti difficili ma che non ne hanno mai parlato con nessuno, per vergogna, per non sembrare deboli, per paura di non essere capiti.

Una cosa è certa, Cherofobia è entrata nella nostra vita; qualcuno forse avrà trovato il nome di ciò che lo fa star male, qualcun altro ha scoperto che anche una ragazza “con la faccia da bambina, con la voce da piccina” può avere una parte oscura dentro. Forse grazie a Martina qualcuno avrà il coraggio di parlare del suo malessere, e qualcun altro imparerà a non sottovalutare l’ansia degli adolescenti.

E voi? Avete paura di essere felici?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *