Atlas sotto l’ombrellone: Elogio de La Settimana Enigmistica

Una delle piccole gioie della vita è stendersi al sole estivo, la domenica pomeriggio, e, da soli o in compagnia, cercare di venire a capo del Bartezzaghi, il cruciverba più difficile offerto da La Settimana Enigmistica. Dopo averlo risolto si è automaticamente autorizzati a leggere una delle barzellette-vignette che si trovano a fondo pagina, senza, tra l’altro, l’obbligo di ridere.

Fondata nel 1932 a Milano La Settimana Enigmistica viene ininterrottamente pubblicata da allora ed è diventata la più fedele compagna di relax di famiglie, comitive, pensionati e appassionati di enigmi. Mentre i più grandi si dedicano a cruciverba, puzzle di parole e indovinelli (ma quanto è bella la Pagina della Sfinge?), i più piccoli si sbizzarriscono con i disegni composti da puntini da unire e con i giochi più semplici di pagina quattordici.

Quando poi ci si stanca è doveroso rivolgersi alle pagine culturali (Leggendo qua e là; Strano, ma vero!, Forse non tutti sanno che…), per poi concludere con l’Antologia del Buon Umore e Le Risate a Denti Stretti.

La raccomandazione di Atlas – il Blog per l’estate è, dunque, quella di non dimenticare mai, nella propria borsa da spiaggia, nel proprio zaino da montagna o nel vano portaoggetti della propria auto una copia di uno dei migliori baluardi dell’editoria italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *