Atlas Consiglia: «Love, Death & Robots»

Per chi ha amato la prima stagione di «Love, Death & Robots» l’hype non può che essere alle stelle. È fresca di ieri infatti la notizia dell’arrivo della seconda stagione di una delle serie più particolari lanciate nell’ultimo anno dalla piattaforma Netflix. L’annuncio è avvenuto sulla pagina Facebook della compagnia che ha pubblicato un breve teaser composto da varie scene tratte dagli episodi del primo volume.

Love, Death & Robots – Annuncio volume 2

2⃣LOVE2⃣DEATH2⃣AND2⃣ROBOTS2⃣

Publiée par Netflix sur Lundi 10 juin 2019

La serie porta le firme illustri di David Fincher (Seven, Fight Club, The social network) e Tim Miller (Deadpool) e si distanzia dalla tradizione seriale di Netflix: è antologica, gli episodi sono indipendenti e autoconclusivi, è animata ed è composta da 18 episodi di durata compresa tra i 7 e i 17 minuti.

La diversificazione delle puntate è evidente, cambiano le ambientazioni, gli stili narrativi, i toni. Si passa da episodi estremamente drammatici ad altri dai tratti grotteschi e quasi satirici. Il divieto ai minori di 18 anni è giustificato dalla massiccia presenza di scene crude o esplicite anche nel linguaggio. Una serie apparentemente slegata ed incoerente se non fosse per il filo conduttore dettato proprio dal titolo: ogni storia raccontata non prescinde dal trattare l’aspetto fantascientifico e della robotica o dall’affrontare i due punti fermi dell’esistenza umana, l’amore e la morte.

Locandina, via facebook @Netflix

L’aspetto grafico è sicuramente la caratteristica che per prima spicca all’occhio dello spettatore. Ogni episodio è un esercizio stilistico con sequenze memorabili studiate fino all’ultimo dettaglio, c’è l’animazione tradizionale, l’anime, la computer grafica realistica, la motion-capture e la caricaturale.

Al di là degli aspetti tecnici, «Love, Death & Robots» offre grandi spunti di riflessione su diversi fronti. Come affronteremmo i nostri sentimenti se fossimo al posto dei personaggi? Qual è e quale sarà il ruolo di certe tecnologie nel futuro? Quali implicazioni avranno quest’ultime sulle nostre vite?

Nell’attesa di questo nuovo capitolo, vi lascio la mia top 3 personale degli episodi:

  • «Zima Blue»

 

 

 

  • «La testimone»

 

 

 

 

  • «Buona caccia»

 

 

Quali sono i vostri preferiti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *