San Lorenzo: la parola ai residenti

I residenti di San Lorenzo rispondono in più di 100 al questionario sottoposto da Atlas – il Blog. Tra i trend topics: discrasia tra quartiere diurno e notturno, una percezione di insicurezza diffusa, una maggior richiesta di senso civico e presenza delle istituzioni. Il 79,4% degli intervistati ritiene che l’ordinanza non migliori la situazione ma comunque il 57% approva la definizione di “movida molesta”. Il 46% considera la presenza della polizia: inutile, intimidatoria o eccessiva. Dati, segnalazioni di piazze di spaccio, soluzioni cittadine al degrado di San Lorenzo, in esclusiva su ATLAS – il Blog

Leggi il seguito

San Lorenzo: tra natura popolare e proibizionismo

San Lorenzo: storico quartiere di Roma, dalla natura popolare, un passato di resistenza e fervore politico. Dal clima associazionista e accogliente vive ora i problemi legati al degrado, l’incuria e lo spaccio di stupefacenti. In risposta ai recenti accadimenti, la sindaca Raggi ha avanzato una stretta forte con un’ordinanza “anti-movida”. Storia, testimonianze e approcci sociologici che avviano un “progetto di testimonianza” che vi racconteremo nei prossimi articoli.

Leggi il seguito

Ecomafie: Lords of Wind

Le ecomafie approdano verso nuove frontiere: le energie rinnovabili. Il business del “vento” e del fotovoltaico sono tra i mezzi preferiti dalle organizzazioni mafiose per riciclare denaro. Così, in un batter d’occhio la sostenibilità diventa ricchezza.

Leggi il seguito

Ecomafie: il business del mattone selvaggio

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Fin dagli anni ’50 però si sviluppa la strategia del “ciclo del cemento”, business tra i più fruttuosi del comparto ecomafioso che coinvolge politica, imprenditoria e criminalità organizzata. Dalle origini siciliane fino alle vette conquistate dalla Camorra; numeri, storie, testimonianze e strategie di contrasto.

Leggi il seguito

Ecomafie: animali sfruttati e dove trovarli

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse oggi mettiamo a fuoco gli abusi, le violenze e lo sfruttamento degli animali – business da miliardi di euro che coinvolge tutte le organizzazioni di stampo mafioso. Tra allevamenti, corse e combattimenti clandestini, bracconaggio e canili illegali, breve panoramica della zoomafia in Italia.

Leggi il seguito

Caporalato: business miliardario, ecomafie e non solo

Il caporalato è una forma di sfruttamento del lavoro che ha più di un secolo. Il fenomeno interessa le ecomafie e non solo. 430 mila i lavoratori sfruttati, senza alcun tipo di diritto, che danno vita ad un business milionario il quale manda avanti una grandissima parte del settore agroalimentare italiano. Storia, leggi e recenti sviluppi.

Leggi il seguito

Ecomafie: la criminalità è servita in tavola

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco l’agromafia; la produzione, la gestione, il traffico e la contraffazione della merce ortofrutticola Made in Italy. Inchieste, approfondimenti e dati, sul business più redditizio delle ecomafie in Italia.

Leggi il seguito

Ecomafie: il traffico illecito di opere e reperti archeologici

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco l’archeomafia; il traffico illecito di opere d’arte e reperti archeologici reduci da operazioni di scavi clandestini. Tutte le organizzazioni sembrano coinvolte ma in questo caso il business è a maggioranza di Cosa Nostra: da Totò Riina a Matteo Messina Denaro ripercorriamo caratteristiche, dati e storia del fenomeno.

Leggi il seguito

Ecomafie: storia di rifiuti illegali

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco lo smaltimento illecito dei rifiuti urbani e tossici che ha coinvolto la camorra napoletana e a seguito le altre organizzazioni criminali a stampo mafioso. Dalla Terra dei Fuochi al Nord Italia: traffici, connivenze, collusioni e occultamenti che inquinano a macchia d’olio l’intera penisola.

Leggi il seguito

Il sistema educativo: le reliquie coloniali francesi – pt. 2

A distanza di qualche settimana dall’analisi sul CFA franc, ecco la seconda “reliquia coloniale francese” in Africa: il sistema educativo. Letto attraverso l’esemplificativa storia del Senegal, approfondiamo le grandissimi carenze economiche e pedagogiche che si porta dietro un modello scolastico che in larga parte ricalca, forse ancora troppo, quello francese.

Leggi il seguito