Perché ci deve interessare l’incidente di Sidi Bouzid

TUNISIA. Il 27 aprile scorso perdevano la vita in un incidente stradale 12 contadine a Sabbala, nei pressi di Sidi Bouzid. Altri venti le operaie rimaste ferite. Le donne, partite la mattina presto, erano state caricate su un camion e dirette nei campi sui quali avrebbero trascorso la giornata lavorativa.
Questa vecchia e nuova forma di schiavitù, presente ancora oggi nell’entroterra tunisino, interpella anche il consumatore europeo, dal momento che la maggior parte della produzione agricola tunisina è esportata, in primis sulle tavole dell’Unione Europea.

Leggi il seguito

Leggere ai tempi di Instagram

Dai colori forti o dalle tinte pastello, nuovi o vecchi, italiani inglesi o giapponesi che siano, indipendentemente dal loro contenuto saranno tutti ad alto potenziale instagrammabile. C’è da chiedersi anche se Instagram sia effettivamente un nuovo veicolo per diffondere la lettura. In altre parole, che potere di attrarre nuovi lettori hanno questi “book influencer”? Ne parliamo con Loris Insinna, in arte loris_inthebook.

Leggi il seguito

Quando nacque il microcredito: breve storia della Grameen Bank.

Era il 1976 quando nel lontano Bangladesh Muhammad Yunus fondava la prima banca indipendente al mondo esclusivamente per poveri, la Grameen Bank. Basata interamente sul sistema del microcredito, le attività della Grameen risollevarono l’economia bengalese dalla carestia degli anni precedenti e dimostrarono che ridurre la povertà…

Leggi il seguito

Si scrive memoria si legge futuro

Non una semplice manifestazione quella di oggi, ma la conferma di una presenza che in modo silenzioso opera ogni giorno a servizio della comunità per la pace e la costruzione di una società più giusta. Quest’anno è stata scelta Foggia come città capofila della giornata; in 40mila si sono ritrovati nelle strade e nelle piazze della città pugliese e circa un milione di persone si è ritrovato insieme a manifestare nel resto d’Italia.

Leggi il seguito

Atlas consiglia – Sicilian ghost story

Sicilian ghost story è uscito nelle sale nel 2017, scritto e diretto da Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica ed è stato scelto per l’apertura della 56esima Settimana della Critica a Cannes, il 18 maggio scorso (la prima volta per un film italiano).

Leggi il seguito

Atlas consiglia – The end of the f***ing world

Non vi aspettate che la storia di James  Alyssa sia quella di due adolescenti perfetti e nemmeno la storia d’amore che uno si aspetterebbe di vedere. “The end of the f***ing world” va guardata con lo spirito paziente e comprensivo di chi, in fondo, ha stima del loro coraggio.

Leggi il seguito

Tornare alla terra. Nuove frontiere occupazionali in Italia.

I ritmi lavorativi odierni procedono a velocità sempre più incontrollabili, la nostra è una società che ci chiede di spingerci sempre oltre, ponendoci in un sistema competitivo che non ci concede spesso tregue. Abbiamo spesso un’idea di futuro troppo complicata, che si dimentica che la felicità è fatta di cose semplici, come la terra.
Vivere ad un’altra velocità oggi si può. Sono in molti i giovani che decidono di riscoprire il mestiere dell’agricoltore, promuovendo uno stile di vita che torna alle origini, senza necessariamente esorcizzare l’utilizzo della tecnologia.

Leggi il seguito

Bruxelles: una finestra sul femminismo //Brussels: a window on feminism

Bruxelles è tutto questo: un melting-pot di culture, religioni e tradizioni. La coesistenza enfatizza la vita quotidiana della città. Vivere qui ha consolidato in me l’idea che sempre e ovunque le persone abbiano la possibilità di vivere in armonia e, per quanto possano essere diverse, possono ancora costruire qualcosa di unico insieme.

Leggi il seguito

Giving Tuesday: è tempo di donare!

Il #givingTuesday è stato concepito come una risposta al Black Friday e al Cyber Monday, ormai note come giornate mondiali del consumismo. E’ una sfida, questa, che lancia una provocazione rivolta a tutta la comunità globale dei consumatori. Non ci tiriamo mai indietro dall’acquisto di ogni genere di prodotto in periodo di sconti, ma quanto siamo disposti a dare?

Leggi il seguito