Storie di mafia. ‘Ndrangheta, tutte le strade portano a Roma

Come sempre accade, tutte le strade portano a Roma… ‘città aperta’ che ospita e accoglie, anche e soprattutto, le organizzazioni mafiose. Omicidi di mafia, le cosche di San Luca, i sequestri da 120 milioni e i piani sovversivi per “destabilizzare il Paese anche con atti terroristici”. É una ragnatela mondiale quella con cui la ‘ndrangheta avviluppa l’intero globo, dal narcotraffico internazionale fino alle porte delle mura aureliane, “eppure c’era chi sosteneva che nella Capitale non ci fosse la mafia”.

Leggi il seguito

Storie di Mafia: Navi a perdere, il veleno del Mediterraneo

Con la calura estiva e le spiagge italiane dai mari cristallini, viene da chiedersi: ma il ‘Mare Nostrum’ è davvero così limpido come sembra? Dalle istituzioni statali alla ‘ndragheta vecchia e nuova fino ai misteri di Natale De Grazia e Ilarias Alpi. Il caso ‘insabbiato’ delle navi a perdere, per una lettura tutta estiva e consapevole.

Leggi il seguito

Storie di Mafia: Mafia Republic, di John Dickie

Come John Dickie ci dice più volte, in realtà, la mafia fu “scoperta” ancora e ancora, e diversevolte dimenticata dalla memoria collettiva del nostro Paese: la stagione delle stragi, e in ultimo le morti dei giudici Falcone e Borsellino hanno però reso quasi impossibile l’amnesia, questa volta.

Leggi il seguito

Storie di Mafia: Tommaso Buscetta, il Traditore

Pierfrancesco Favino: “C’è un aspetto molto bello, che a me interessa molto, di Buscetta, che è figlio di vetrai, cioè di gente che fa gli specchi. Per tutta la vita dice di essere se stesso, e per tutta la vita si cambia la faccia. Questa sua identità che è sempre pluriforme è anche metaforica del mestiere che faccio io, ma sicuramente è un’altra cosa che lascia un interrogativo aperto su quanto viene detto da Buscetta.”

Leggi il seguito

Storie di Mafia: alle radici del Maxiprocesso

Correva l’anno ’79 quando Giovanni Falcone divenne giudice istruttore. Dall’inchiesta su Rosario Spatola, al “metodo Falcone”, passando per il pool, il blitz di San Michele e le prime esperienze di collaborazione di giustizia. Inauguriamo oggi un format di Atlas tutto nuovo, per studiare, leggere, conoscere e ricordare tutto ciò che è successo, per rinnovare la battaglia rispetto a tutto ciò che silenziosamente continua a succedere.

Leggi il seguito