Giulia Delaini

La fine del mondo è giunta spesso, e continua a giungere spesso. Impietosa, implacabile, latrice di tenebra su tenebra, la fine del mondo è una cosa a cui siamo ben adusi, un fatto abituale, che abbiamo ritualizzato. È nostro dovere tentare di scordarcene in sua assenza, di riconciliarci con essa quando non è negabile, e di ricambiare il suo abbraccio quando infine viene a noi come fa sempre.
Jonathan Safran Foer (Ogni Cosa è Illuminata)

Sono cresciuta a pane e cannella e da bambina mia madre mi sgridava perché leggevo in momenti inopportuni, guardavo la tv troppo da vicino e andavo a dormire tardi. Ora faccio le stesse cose, con la differenza che leggo al posto di studiare, la tv è diventata il computer, e la notte è per il binge watching, ma almeno mia madre non mi sgrida più. Nel mio tempo libero studio Mass Media e Politica, suono il pianoforte, vado in montagna e conduco un programma semi(serio) su RadioJump.

Mi piace esplorare, scoprire, ribaltare e interiorizzare i significati di tutto ciò che leggo, vedo e ascolto. Credo che l’arte non abbia finito di spiegare, costruire e cambiare il mondo e che mai finirà di farlo, ed è per questo che ho deciso di dedicarmi alle recensioni.

 

Gli articoli di Giulia Delaini