Ipse Dixit: fascisti sulla terra

Matteo Salvini: «Il problema dell’Italia non è il fascismo».

Ma i fascisti.

 

Matteo Salvini: «Processare le idee, di destra o di sinistra, mi sembra veramente folle».

E processare chi impedisce agli altri di esprimere le proprie?

 

Matteo Salvini: «Occupare il Parlamento per fare leggi che condannano chi ha un accendino con la faccia del Duce mi pare demenziale».

Ma mai quanto possederne uno.

 

Matteo Salvini: «[Il reato di apologia al fascismo?] Da cancellare, come la legge Mancino e tutti i reati di opinione».

Cancellare direttamente il fascismo no?

 

Matteo Salvini: «Certo che entrare in casa di altri non invitati non è elegante, ma il tema dell’invasione dei migranti sottolineato dagli skinheads è evidente».

La difesa è sempre legittima, specie contro gli indifesi.

 

Matteo Salvini: «Chiunque mi aiuti a bloccare questo tentativo di sostituzione etnica è benvenuto».

Dopodiché ha dato fuoco a “L’origine della specie” di Charles Darwin.

 

Giorgia Meloni: «[I fatti di Como?] È intimidazione, non violenza».

O deve prendervi tutti a sberle per farvelo capire?

 

Giorgia Meloni: «La violenza noi l’abbiamo invece, vista un sacco di volte, dai compagni dei centri sociali, quelli che distruggono intere città e bruciano le macchine degli italiani».

Ma solo perché han più presa in prime time.

 

Carlo Sibilia (M5S): «Oggi la Apple presenta #iphone8 noi in parlamento siamo costretti dal #PD a discutere di #fascismo vs #comunismo … #fatevoi #AppleEvent».

Carlo e la sua attenzione alle maiuscole.

 

Danilo Toninelli (M5S): «[Legge Fiano?] Sostanzialmente liberticida».

Loro sono per l’omeopatia.

 

Matteo Renzi: «Intimidazioni e provocazioni di segno fascistoide vanno respinti non solo dalla sinistra, ma da tutta la comunità politica nazionale».

Altrimenti approverà un decreto con la fiducia per farlo capire a tutti.

 

Umberto Bossi: «Quei voti la Lega non deve cercarli».

Loro accettano solo quelli di chi è contro i neri.

 

Beppe Sala: «Io non sono tra quelli che sottovalutano questi fatti, anzi, bisogna porre molta attenzione».

Mica sono bilanci dell’Expo.

 

Giordano Caracino (leader del movimento di estrema destra, Veneto Fronte Skinheads, responsabile dell’irruzione a Como): «Non era un incontro segreto, ma pubblico».

Come i condotti fognari.

 

Giordano Caracino: «[Le denunce?] Ce ne possono fare anche diecimila, non cambieremo di una virgola».

Non sapendo scrivere…

 

Giordano Caracino: «[Hitler?] Ha fatto cose positive per la Germania».

Ma ha commesso crimini contro l’umanità che non implicavano l’essere un culone inchiavabile.

 

Giordano Caracino: «Mussolini grande statista, purtroppo ha perso la guerra».

Anche Ventura era un grande allenatore, eppure…

 

Giordano Caracino: «[Sei milioni di ebrei morti?] Ho dei dubbi, la storia andrebbe riscritta».

Mi pare lo stiate già facendo.

 

Giordano Caracino: «Un nero non può essere italiano».

Infatti l’Italia è una Repubblica antifascista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *