Storie di Mafia: Mafia Republic, di John Dickie

Come John Dickie ci dice più volte, in realtà, la mafia fu “scoperta” ancora e ancora, e diversevolte dimenticata dalla memoria collettiva del nostro Paese: la stagione delle stragi, e in ultimo le morti dei giudici Falcone e Borsellino hanno però reso quasi impossibile l’amnesia, questa volta.

Leggi il seguito

Ecomafie: il business del mattone selvaggio

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Fin dagli anni ’50 però si sviluppa la strategia del “ciclo del cemento”, business tra i più fruttuosi del comparto ecomafioso che coinvolge politica, imprenditoria e criminalità organizzata. Dalle origini siciliane fino alle vette conquistate dalla Camorra; numeri, storie, testimonianze e strategie di contrasto.

Leggi il seguito

Ecomafie: animali sfruttati e dove trovarli

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse oggi mettiamo a fuoco gli abusi, le violenze e lo sfruttamento degli animali – business da miliardi di euro che coinvolge tutte le organizzazioni di stampo mafioso. Tra allevamenti, corse e combattimenti clandestini, bracconaggio e canili illegali, breve panoramica della zoomafia in Italia.

Leggi il seguito

Ecomafie: la criminalità è servita in tavola

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco l’agromafia; la produzione, la gestione, il traffico e la contraffazione della merce ortofrutticola Made in Italy. Inchieste, approfondimenti e dati, sul business più redditizio delle ecomafie in Italia.

Leggi il seguito

Ecomafie: storia di rifiuti illegali

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco lo smaltimento illecito dei rifiuti urbani e tossici che ha coinvolto la camorra napoletana e a seguito le altre organizzazioni criminali a stampo mafioso. Dalla Terra dei Fuochi al Nord Italia: traffici, connivenze, collusioni e occultamenti che inquinano a macchia d’olio l’intera penisola.

Leggi il seguito