Karl Polanyi e il virus fascista

L’articolo di oggi è un commento a due articoli scritti dal sociologo, antropologo e storico economico ungherese Karl Polanyi, intitolati “Le premesse culturali del fascismo” e “Il virus fascista”, entrambi scritti negli anni 30. In un periodo nel quale si sta riprendendo a parlare di fascismo, è importante riflettere sulla lettura e l’interpretazione della storia di Polanyi. Egli sostiene che ogni tentativo di spiegazione del crollo dell’ordine economico e liberale avvenuto nel 1914 debba partire dal luogo in cui questo ordine è nato. Dunque, “se vogliamo capire il fascismo dobbiamo tornare all’Inghilterra ricardiana”

Leggi il seguito

“La vita agra”: il romanzo anarchico del boom economico

Il romanzo di successo dello scrittore toscano Luciano Bianciardi è un gran rifiuto dello sviluppo, del meccanismo della selezione, del posto di lavoro alienante. Prima ribelle, poi piccolo-borghese per sopravvivenza, non riesce a distruggere l’oppressione dell’esistenza dove prima degli individui conta la condizione economica. Anche l’intellettuale è costretto a omologarsi.

Leggi il seguito