Venezuela: la fine di una democrazia?

Un’analisi cronologica della crisi che sta distruggendo la democrazia venezuelana. Crisi economica divenuta poi umanitaria e infine politica, il tutto sotto gli occhi di un Governo autoritario, sordo alle pressioni internazionali ma soprattutto alle grida disperate dei propri cittadini, ridotti alla fame e costretti a vivere fra miseria e disperazione.

Leggi il seguito

SPECIALE VENEZUELA: Di golpe e di altri demoni. Nuovi tentativi di destabilizzazione in Venezuela

Nelle ultime settimane il Venezuela è tornato prepotentemente al centro della cronaca internazionale a causa delle violente proteste contro il governo di Nicolás Maduro, sprofondato in una crisi irreversibile. I media occidentali, allineati in un atteggiamento di ostinato antagonismo nei confronti del governo venezuelano, continuano ad elargire una narrazione contaminata della realtà, mentre quello a cui stiamo assistendo in Venezuela sembra assumere le sembianze di un vero e proprio “golpe suave” che sta facendosi sempre più duro e deciso nel voler mettere fine al processo rivoluzionario bolivariano.

Leggi il seguito

INTERVISTA: Il referendum in Turchia // INTERVIEW: Turkey’s referendum

Colpita dagli eventi del referendum in Turchia, ho deciso di voler approfondire la questione, facendo due chiacchiere con degli amici turchi che ho avuto la fortuna di conoscere durante il mio Erasmus. Ecco le loro impressioni sulla questione. // Impelled by the result of Turkish referendum on presidential powers, I will elaborate on it, with the help of some chats with Turkish friends I have had the pleasure to get close to during my Erasmus experience.

Leggi il seguito

Siria: golpe e guerra energetica

C’è chi dice che in Siria si stia combattendo la III Guerra Mondiale e chi invece pensa che si tratti dell’ennesima guerra al terrorismo… beh, diciamo che la verità sta lì in mezzo. Sono un po’ scettica nei confronti di queste guerre al terrore, anche perché è un po’ strano che i terroristi siano sempre laddove ci sono gas e petrolio, no?

Leggi il seguito

La (difficile) questione della successione al trono di Thailandia

La monarchia in Thailandia viene considerata un’istituzione unificante in un Paese sempre più instabile e disunito. Soprattutto dopo il colpo di Stato del 2014, il ruolo del sovrano è fondamentale per garantire un equilibrio tra la giunta militare al potere e i sudditi. È per questo che gli osservatori internazionali, ma si dice anche alcuni funzionari thailandesi, sono preoccupati per la successione di re Bhumibol Adulyadej. Sarà difficile per Vajiralongkorn liberarsi dall’ombra del padre, che poco dopo la morte è già visto assurto a “re dei re”.

Leggi il seguito