La creazione del nazionalismo

La grande abilità di Salvini e del suo staff comunicativo, in questo contesto, è stata la creazione di un nazionalismo italiano che, come ha scritto Christian Raimo, non è nient’altro che un insieme di “piccoli miti sull’identità sempre più regressivi, identitari e tossici”. L’apparato ideologico di quello che fu il partito secessionista per antonomasia ha avuto successo nel nazionalizzarsi plasmando un’identità italiana composta da un unico elemento: la diversificazione culturale, religiosa, persino genetica verso l’altro inteso unicamente come l’immigrato africano.

Leggi il seguito

Il popolo del buonsenso

Il popolo del buonsenso è composto da sessanta milioni di italiani. Perché nessuno, in fondo, da Aosta e Lampedusa, può negare che la rivoluzione che i demagoghi giallo-verdi stanno mettendo in atto sia la cosa più logica da fare

Leggi il seguito

Svezia: la destra radicale avanza anche nel paese del Premio Nobel

Le elezioni in Svezia del 9 settembre sono state segnate da una grande crescita della destra radicale, qui rappresentata dai Democratici Svedesi. Questo partito, con il suo passato neonazista, rappresenta adesso la principale sfida per un paese che è sempre stato socialdemocratico.

Leggi il seguito

Stiamo tutti bene: fatti essenziali sulla vicenda dell’Aquarius

Siamo arrivati al quarto giorno dai primi sviluppi delle vicende dell’Aquarius, e si sta rischiando di perdere il punto essenziale della questione. La necessità di salvare quelle vite, e non considerarle disponibili nel giocare il ruolo di prova di forza tra paesi europei, dovrebbe essere il motore dell’azione di ciascuno di noi. Ma che cosa ci sta succedendo?

Leggi il seguito

Cara Italia, ricordati chi sei: Non chiudere le tue porte

Andavano verso l’America, i tuoi figli. Esattamente dove sono io ora. L’America. In tanti, non sono tornati. Oggi, l’America sei tu, cara Italia, per tanti figli di tanti paesi che guardano a te come a un faro di speranza, il punto di approdo per una vita migliore. Non si può chiudere la speranza. Se lo faremo, non saremo dei patrioti migliori. Soltanto, dimostreremo di non volerti bene davvero, perché è l’apertura alla diversità, e non l’orgoglio nazionale, a fare di noi quello che siamo. Veri italiani. Fieri di essere italiani.

Leggi il seguito