Quando Ulisse si finse Nessuno: nazionalismo, identità e lingua nel mondo del 2017

Quando Ulisse dice di essere Nessuno, si vuole liberare di Polifemo. Non vuole relazionarsi con lui. In un certo senso, l’eroe omerico rinuncia alla sua identità. Quello che stiamo facendo noi oggi, vittime della pubblicità e della massificazione. La soluzione? Valorizzare un nazionalismo di relazione, la nostra cultura, la nostra lingua, la nostra individualità creativa.

Leggi il seguito

“L’altro” nella scienza politica: il migrante e il terrorista

“Sono esseri umani come noi ed è giusto salvarli” se questa affermazione, riferita ai migranti che affrontano il Mediterraneo su barconi traballanti, è moralmente ineccepibile, molto di più ci sarebbe da dire sul rapporto della nostra società con “l’altro”: Locke, Kant, Rousseau, Foucault e Karl Schmitt.

Leggi il seguito