Laicità, un periodo di confusione.

Laicità è un termine entrato in uso nel linguaggio politico per stabilire la neutralità dello Stato e dei suoi rappresentanti, rispetto alla religione. All’inizio del ‘900 si cercò di porre fine all’ingerenza del clero cattolico nelle istituzioni, oggi, si fa quasi esclusivamente riferimento alla religione islamica. Sopratutto, per quanto riguarda “il velo”, sia esso un hijab, niqab o burqa, sono state fatte delle vere e proprie leggi ad hoc; costringendo le donne musulmane a relegare le proprie usanze nell’ambito privato. Gli attacchi terroristici degli ultimi anni e la crisi migratoria, hanno accelerato questo processo di reinterpretazione della laicità. Di fronte al successo dell’estrema destra, portavoce del malcontento verso i cambiamenti culturali, anche le classi politiche tradizionali stanno aggiornando il proprio copione con argomenti più rassicuranti e meno espansivi. Tutto questo si è tradotto in una manipolazione politica del concetto originario di laicità, che sta diventando sempre più negazione della religione piuttosto che neutralità dello stato, alimentando così conflitti e divisioni.

Leggi il seguito

Merkel 4.0, storia e nuove sfide della Cancelliera di ferro

Chiamata da Helmut Kohl “la mia ragazza” all’inizio della sua carriera politica, Angela Merkel si è candidata in questi giorni per il suo quarto mandato consecutivo. Come è arrivata, la “cancelliera di ferro”, a questo traguardo storico? E quali sono ora le sfide che l’attendono?

Leggi il seguito