La creazione del nazionalismo

La grande abilità di Salvini e del suo staff comunicativo, in questo contesto, è stata la creazione di un nazionalismo italiano che, come ha scritto Christian Raimo, non è nient’altro che un insieme di “piccoli miti sull’identità sempre più regressivi, identitari e tossici”. L’apparato ideologico di quello che fu il partito secessionista per antonomasia ha avuto successo nel nazionalizzarsi plasmando un’identità italiana composta da un unico elemento: la diversificazione culturale, religiosa, persino genetica verso l’altro inteso unicamente come l’immigrato africano.

Leggi il seguito

Cara Italia, ricordati chi sei: Non chiudere le tue porte

Andavano verso l’America, i tuoi figli. Esattamente dove sono io ora. L’America. In tanti, non sono tornati. Oggi, l’America sei tu, cara Italia, per tanti figli di tanti paesi che guardano a te come a un faro di speranza, il punto di approdo per una vita migliore. Non si può chiudere la speranza. Se lo faremo, non saremo dei patrioti migliori. Soltanto, dimostreremo di non volerti bene davvero, perché è l’apertura alla diversità, e non l’orgoglio nazionale, a fare di noi quello che siamo. Veri italiani. Fieri di essere italiani.

Leggi il seguito