Il Regno Unito di domani

Boris Johnson e Jeremy Hunt sono i contendenti alla leadership del partito conservatore britannico. Il dibattito fra i due candidati, andato in onda ieri, ha riassunto le preoccupazioni del Regno Unito di oggi, dalla Brexit alle recenti tensioni diplomatiche con gli Usa. Ora rimane da chiedersi come sarà il Regno Unito di domani.

Leggi il seguito

Perché ci deve interessare l’incidente di Sidi Bouzid

TUNISIA. Il 27 aprile scorso perdevano la vita in un incidente stradale 12 contadine a Sabbala, nei pressi di Sidi Bouzid. Altri venti le operaie rimaste ferite. Le donne, partite la mattina presto, erano state caricate su un camion e dirette nei campi sui quali avrebbero trascorso la giornata lavorativa.
Questa vecchia e nuova forma di schiavitù, presente ancora oggi nell’entroterra tunisino, interpella anche il consumatore europeo, dal momento che la maggior parte della produzione agricola tunisina è esportata, in primis sulle tavole dell’Unione Europea.

Leggi il seguito

I veri nemici del sogno europeo sono gli europeisti stessi

L’Ue sta vivendo una crisi politica senza precedenti e i partiti euroscettici crescono sempre di più. Ma di chi è la colpa se siamo arrivati a questa situazione? E se fosse degli europeisti stessi, che hanno declinato il sogno europeo in una realtà meramente economica? È stato costruito il mercato europeo ma non il cittadino e in questo la sinistra ha delle enormi responsabilità. Rilanciare l’Europa è ancora possibile, ma abbiamo bisogno di un progetto meno liberista e più socialdemocratico.

Leggi il seguito

La creazione del nazionalismo

La grande abilità di Salvini e del suo staff comunicativo, in questo contesto, è stata la creazione di un nazionalismo italiano che, come ha scritto Christian Raimo, non è nient’altro che un insieme di “piccoli miti sull’identità sempre più regressivi, identitari e tossici”. L’apparato ideologico di quello che fu il partito secessionista per antonomasia ha avuto successo nel nazionalizzarsi plasmando un’identità italiana composta da un unico elemento: la diversificazione culturale, religiosa, persino genetica verso l’altro inteso unicamente come l’immigrato africano.

Leggi il seguito

Elezioni in Baviera: possibile terremoto politico?

In queste ore i cittadini della Baviera sono chiamati alle urne per rinnovare i 180 membri del Landtag, la camera regionale. Area tradizionalmente conservatrice e terreno di conquista dell’Unione Cristiano-Sociale, partito gemello della CDU di Angela Merkel, secondo gli ultimi sondaggi pre-voto sembra destinata a un terremoto politico pressoché senza precedenti. La maggioranza assoluta potrebbe non essere più monocolore, con possibili conseguenze a Berlino, ma anche in ottica delle imminenti elezioni europee primaverili.

Leggi il seguito

Lo stato dell’Unione

Trovandosi a dover affrontare in contemporanea situazioni complesse, diverse tra loro ma che richiedono tutte un livello di energia e coesione che forse ancora non possiede (dalla crisi economica a quella migratoria, passando per il collasso della Grecia e la Brexit), l’Unione Europea è messa alla prova. La divisione interna, che non può essere classificata in modo semplicistico come “populisti versus non populisti”, ma che è caratterizzata da diversi gradi di diffidenza e scetticismo, rende sicuramente più difficile individuare un approccio comune.

Leggi il seguito