Sara Giannotte

Ma negare il destino è arroganza, affermare che noi siamo gli unici artefici della nostra esistenza è follia: se neghi il destino la vita diventa una serie di occasioni perdute, un rimpianto di ciò che non è stato e avrebbe potuto essere, un rimorso di ciò che non è fatto e avremmo potuto fare, e si spreca il presente rendendo un’altra occasione perduta.
Oriana Fallaci  (Un uomo)

Questo è il secondo anno che vivo a Forlì. La mia terra è la Puglia e non nego che passare dal caldo sole del sud, che non ci abbandona nemmeno in inverno, alle nebbiose giornate del nord, è stato un bel cambiamento. Eppure Forlì mi ha dato e continua a darmi tanto: dai miei amici che sono diventati la mia seconda famiglia, alla facoltà che frequento, Scienze Internazionali e Diplomatiche che, pezzo dopo pezzo, tra incertezze e tanti dubbi, mi sta permettendo di costruire poco a poco il mio futuro.

Ho frequentato il liceo linguistico, il quale ha fatto nascere in me un interesse  smisurato per la lingua spagnola e la cultura iberica, il che mi ha portata a vivere in Spagna per un mese. Amo leggere, è la mia passione più grande, unita a quella per il viaggiare: credo che un bagaglio pieno di esperienze vissute e condivise, luoghi scoperti e visitati, gente incontrata e conosciuta con cui scambiare, cambiare e scoprirsi,  sia per me il modo migliore per imparare a  conoscere se stessi, per migliorarsi e per mettersi in gioco sempre e comunque.

Spero che il mio contribuito ad Atlas sia valido e significativo e, d’altro lato, faccia si che io possa mettere nero su bianco parte dei miei interessi e delle mie aspirazioni.

 

Gli articoli di Sara Giannotte