Diritto all’aborto e obiezione di coscienza: il caso del Molise

Sono giorni che sul web ed anche sui tradizionali mass media sta spopolando la polemica riguardante l’approvazione da parte del consiglio comunale di Verona della mozione 434, mozione presentata dalla Lega che prevede il finanziamento alle azioni cattoliche che si oppongono, portando avanti numerose iniziative, all’interruzione volontaria  di gravidanza. Ma vi è un altro caso in Italia in cui vi è il più alto tasso di medici obiettori di coscienza (93,3%) di cui forse non si sente parlare spesso ma di cui io, inevitabilmente, non posso fare a meno di parlare: il Molise.

Leggi il seguito

Reportage dalla Polonia

Forte limitazione dell’autonomia della Corte Costituzionale, volontà di rendere l’aborto praticamente impossibile, riduzione della libertà di stampa e chiusura totale verso l’accoglienza dei profughi. Le misure dell’attuale governo polacco di destra nazionalista, in carica dall’ottobre 2015, stanno portando a una regressione degli standard democratici e hanno causato la nascita di movimenti di protesta in tutto il paese.

Leggi il seguito