Perché ci deve interessare l’incidente di Sidi Bouzid

TUNISIA. Il 27 aprile scorso perdevano la vita in un incidente stradale 12 contadine a Sabbala, nei pressi di Sidi Bouzid. Altri venti le operaie rimaste ferite. Le donne, partite la mattina presto, erano state caricate su un camion e dirette nei campi sui quali avrebbero trascorso la giornata lavorativa.
Questa vecchia e nuova forma di schiavitù, presente ancora oggi nell’entroterra tunisino, interpella anche il consumatore europeo, dal momento che la maggior parte della produzione agricola tunisina è esportata, in primis sulle tavole dell’Unione Europea.

Leggi il seguito

Sabato 23 a Roma la Marcia per il clima e contro le grandi opere inutili

Attesa a Roma, sabato 23 marzo ‘la Marcia per il clima e contro le Grandi Opere Inutili’. I comitati ambientalisti hanno spiegato le loro ragioni in una conferenza stampa, a inizio settimana, davanti al ministero dell’Ambiente. Dalla Terra dei Fuochi alla Val di Susa, tantissime le proteste e le voci diverse che coloreranno il corteo di domani sulla scia di una lotta ambientale che veste i panni del conflitto sociale.

Leggi il seguito

Ecomafie: la criminalità è servita in tavola

Il fenomeno dell’ecomafia condanna l’Italia fin dagli anni ’80. Tra i differenti settori d’interesse mettiamo a fuoco l’agromafia; la produzione, la gestione, il traffico e la contraffazione della merce ortofrutticola Made in Italy. Inchieste, approfondimenti e dati, sul business più redditizio delle ecomafie in Italia.

Leggi il seguito

Tornare alla terra. Nuove frontiere occupazionali in Italia.

I ritmi lavorativi odierni procedono a velocità sempre più incontrollabili, la nostra è una società che ci chiede di spingerci sempre oltre, ponendoci in un sistema competitivo che non ci concede spesso tregue. Abbiamo spesso un’idea di futuro troppo complicata, che si dimentica che la felicità è fatta di cose semplici, come la terra.
Vivere ad un’altra velocità oggi si può. Sono in molti i giovani che decidono di riscoprire il mestiere dell’agricoltore, promuovendo uno stile di vita che torna alle origini, senza necessariamente esorcizzare l’utilizzo della tecnologia.

Leggi il seguito