104t codice tributo: quando usarlo e per cosa

Tutti i contratti di vendita di un immobile o proprietà, che non si adempiono entro un mese, devono obbligatoriamente effettuare una registrazione, e non importa né la natura dell’acquisto e né l’importo.

La registrazione può avvenire via telematica (ricordiamo che è un obbligo) sia per chi possiede 10 immobili o più (privati o commerciali\industriali), o se ci sono mediatori come agenti immobiliari.

Nel modulo bisogna inserire:

  • I dati catastali,
  • i dati di tutti i proprietari e le loro quote,
  • indicare anche la dicitura sulla consegna della copia di ACE o APE (ovvero la copia della certificazione energetica, oggi obbligatoria in base al comma 7 D.L. 145/2013 ).

Il codice tributo 104t riguarda i preliminari di vendita

Se sta avvenendo una scrittura privata che riguarda una promessa di vendita. Questo contratto preliminare va registrato nei 20 giorni successivi alla stipula e non oltre.
Non solo, ma tutti gli importi versati -di qualsiasi natura essi siano- vanno tassati, importi versati dal momento che è stato stilato questo contratto all’atto di finale di trasferimento materiale e definitivo.
Così se la conclusione del contratto non andasse a buon fine, non importa a nessun Ufficio, conoscere la motivazione.

Altre cose importanti sul Codice Tributo 104t

  • Le scritture private m i cosiddetti Compromessi, quindi una scrittura preliminare del vero e proprio contratto, vanno registrati entro 20 giorni dalla data in cui sono stati stipulati.
  • Vanno pagati attraverso il modello F23 e i codici di registrazione da utilizzare sono il 109T per la tassa fissa, 104T per la quota della caparra quindi l’acconto e il codice 105T se parliamo di terreni.
  • La quota fissa è di € 200,00 , mentre l’importo del 104t va calcolato allo 0,5% sulle somme versate della caparra.
  • Marca da bollo di 1,00€ per estratti di mappa, piantine e planimetrie, € 16,00 per gli altri allegati per ogni 100 righe.
  • Per la modulistica: si utilizza il Mod. 69 e RR che si possono scaricare online.

Se nel preliminare c’è una clausola sospensiva, viene comunque versata una somma che corrisponde all’acconto.

E se non ci sono numeri che equivalgono all’ acconto, quindi niente caparra? Ciò significa che solo al momento del verificarsi della clausola, la proprietà verrà regolarmente acquistata: allora in questo caso la scrittura del contratto nel momento della registrazione, prevede solo il pagamento della tassa fissa, e solo dopo ci sarà la scrittura privata per il versamento delle somme, dunque registrata anch’essa ma con il pagamento delle tasse col Mod. 2 di avveramento condizione.