Come risalire all’assicurazione dal numero di targa e richiedere un danno

C’è un iter da seguire se vuoi sapere se un’automobile, o un veicolo più in generale, ha una polizza assicurativa attraverso il numero di targa, ed è questo che viene spiegato qui di seguito in questo articolo.

Potrebbe accadere a chiunque che, un giorno qualsiasi, si viene tamponati da un altro veicolo: e forse a qualcuno è già successo! Vuoi per distrazione o per incompetenza, siamo lì al semaforo, immaginate ad esempio, qualcuno non rispetta lo stop e, nel momento in cui scatta il verde e ripartite, questo o questa vi viene addosso. E poi, si rimette in moto e scappa!
Ahimè, può succedere.
Ma fortunatamente siete riusciti a prendere la targa, quindi anche se non è sceso\a a lasciarvi i dati dell’assicurazione, attraverso il numero di targa, potreste risalirvi: ma come fare?
Appena potete andate da un avvocato e avviate la pratica per avere il risarcimento danni.

Come avviene il ritrovamento dell’assicurazione partendo dal numero di targa?

Ormai è noto a tutti che dal 2015 non è più un obbligo esporre il tagliandino dell’assicurazione sul parabrezza, visto che basta utilizzare il numero di targa, ad esempio per le forze dell’ordine che vi fermano ad un posto di blocco, e per via telematica, risaliranno alla vostra polizza.

Così trovare l’assicurazione da targa, partendo da numero di targa è sempre più semplice come operazione, ma non solo le forze dell’ordine, esistono ore tante piattaforme online dove si può fare questo processo in maniera gratuita. Questo meccanismo è stato messo in atto proprio perché, nel caso avvenga un incidente, come nell’esempio sopra descritto, il conducente di quell’auto difficilmente può farla franca.

Vi basterà andare sul sito “Il Portale dell’Automobilista” e inserendo il numero di targa, verrà fuori nome della compagnia assicurativa utilizzata e anche periodo di copertura.

Quando sei sul sito, inserisci la tipologia di veicolo (perché potrebbe essere un’auto, ma anche una moto, o un furgoncino, ecc.) e inserisci i dati richiesti, ovviamente anche la targa.
Adesso clicca su “Ricerca” e avrai a disposizione tutte le informazioni di cui hai bisogno per esporre denuncia al fuggitivo.
Il sito web comunque tutela la privacy, non puoi conoscere quindi l’identità del conducente o del proprietario dell’auto, come è giusto che sia.

Ma, c’è un però: le informazioni si possono ricavare solo per le auto (o i veicoli) immatricolati in Italia. Se quel mezzo è stato immatricolato in un altro paese dell’Unione Europea, devi consultare la CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici SPA).

Se rimanendo coinvolti in un incidente stradale hai bisogno di controllare immediatamente tutto ciò, sappi che ci sono delle app che ti consentono di avere in poco tempo, la copertura assicurativa di un veicolo coinvolto che non ha lasciato i suoi dai, app sia gratuite che a pagamento.

E se questo veicolo è scappato perché non aveva alcuna assicurazione?
Puoi sempre ottenere il risarcimento, inviando la richiesta al Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada che tutela e aiuta il danneggiato attraverso la propria compagnia assicuratrice.
Saranno loro ad andare dal proprietario dell’auto non assicurata poi, a chiedere ufficialmente un risarcimento integrale delle somme versate.