I migliori bandi per finanziamenti a fondo perduto: dove trovarli e come accedere

Ci sono molteplici finanziamenti a fondo perduto in corso e sei giunto nell’articolo giusto, se stai cercando qualcosa per avviare la tua start up o impresa, o solo per farla crescere; ecco le novità 2021.

Perché i finanziamenti a fondo perduto? Soprattutto per i giovani imprenditori – ma non solo- aiutano a creare o incentivare una start up e invece, se parliamo di un’impresa già nel mercato, con questi fondi potrebbe introdurre tecniche di innovazione nell’azienda o sviluppare un nuovo progetto.

Ecco allora i bandi attivi nell’anno in corso, per dar vita ad un nuovo progetto imprenditoriale o avviare una start up aiutandosi con i contributi a fondo perduto.

·        Smart & Start Italia per le start up innovative

Questo è un contributo a fondo perduto per programmi e disegni imprenditoriali nel settore innovazione e tecnologia: dovete proporre contenuti davvero validi e geniali.
Parliamo ad esempio di attività che creano prodotti del settore dell’economia digitale. La spesa deve restare tra le 100 mila euro e 1,5 milioni di euro.

·        Nuove imprese a tasso zero

Nuove Imprese a Tasso Zero è un bando per la nuova imprenditorialità italiana, per consentire di avviare o sviluppare micro imprese a prevalente o totale partecipazione di giovani o comunque con una forte presenza femminile.

·        Nuova Sabatini: investimenti a fondo perduto per attrezzature, impianti nel digitale

E’ quel finanziamento e contributo agevolato per comprare in leasing quei beni tecnologici che servono a produrre macchinari e strumentazioni digitali, ma non solo.

·        Voucher Innovation Manager. Investimenti per consulenze alle imprese innovative

Il Voucher Innovation Manager va a favore di quelle consulenze specialistiche in ambito del business trasformation o tecnologico o digitale.
L’aiuto deve sostenere la figura del manager dell’innovazione, che farà consulenza o affiancherà l’utilizzo delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0: quindi quei processi di rinnovamento della gestazione e e organizzazione dell’impresa, come anche l’accesso ai capitali e ai mercati finanziari.

·        Fondo di Garanzia. Accesso al credito bancario per piccole e medie imprese

Il Fondo di Garanzia dà la possibilità di avvedere al credito bancario delle PMI, che danno a loro volta garanzie dirette e controgaranzie a Confidi e altri fondi di sempre per le imprese.

Parliamo di una garanzia pubblica alle imprese che hanno bisogno di accedere al credito bancario.
Si concede:

  • fino a 200.000 euro per un’impresa unica, come da regolamento de minimis
  • fino al 20 % delle spese ammissibili per le piccole imprese, e al 10 % per le medie imprese